Candidatura spontanea!

Tutto ciò che occorre sapere riguardo al congedo di maternità/paternità


edito il 04.09.2020 in den Kategorien ilteam, Fatti giuridici, In genere allo sommario

Quanti giorni di ferie puoi ricevere in quanto neomamma o neopapà? C’è una differenza tra collaboratori temporanei e a tempo indeterminato per quanto riguarda il congedo di maternità/paternità? Quali sono le normative per ilteam? In questo articolo scoprirai tutto ciò e anche come ottenere un congedo di paternità più alto.

 

Com’è regolamentato dalla legge il congedo di maternità/paternità?

In Svizzera, il quadro normativo per il congedo di maternità, così come per l’indennità di maternità, è regolamentato chiaramente. Il congedo di maternità inizia il giorno della nascita e termina quattordici settimane dopo. Finché esiste un rapporto di lavoro, sussiste anche il diritto al congedo di maternità retribuito. ATTENZIONE: se la madre decide di ricominciare a lavorare anticipatamente, tale diritto decade. Nelle prime otto settimane dopo la nascita, ovvero nel cosiddetto puerperio, la madre non può in nessun caso riprendere la propria attività lavorativa. Durante l’intero congedo di maternità e fino due settimane dopo, per un totale di 16 settimane dalla nascita, il rapporto di lavoro con la madre non può essere terminato.

Una madre riceve l’ottanta per cento del suo stipendio sotto forma di indennità giornaliera. L’ammontare massimo corrisponde a CHF 196.- al giorno. Disposizioni cantonali, regolamenti sul personale e contratti di lavoro generale possono prevedere ulteriori misure.

Per poter ricevere l’indennità giornaliera, una madre deve essere coperta dall’assicurazione per la vecchiaia durante i nove mesi prima della nascita del figlio. Inoltre, per poter mantenere il rapporto di lavoro al momento della nascita, deve aver lavorato per almeno cinque mesi durante la gravidanza. Se una donna riceve un’indennità di disoccupazione, riceverà comunque l’indennità giornaliera. Le madri possono ricevere l’indennità giornaliera anche nel caso in cui siano inabili al lavoro per motivi di salute, infortuni o invalidità.

Mentre il congedo di maternità è chiaramente regolamentato dalla legge federale, il congedo di paternità non lo è. Il datore di lavoro deve garantire le «normali ore o giorni liberi» per motivi familiari come da contratto. In linea di massima, i padri possono richiedere uno o due giorni liberi dopo la nascita del figlio. Tuttavia, occorre prendere in considerazione il fatto che sempre più datori di lavoro hanno iniziato a concedere ai propri dipendenti un congedo di paternità più lungo dopo la nascita dei loro figli.

 

La maternità/paternità per i collaboratori ilteam

Per i collaboratori temporanei il congedo di maternità/paternità è regolamentato quasi esattamente come per i collaboratori a tempo indeterminato. Oltre a ciò, le madri ricevono anche le quattordici settimane previste dalla legge. Nonostante la legge non preveda ancora alcun congedo di paternità per i padri, i collaboratori temporanei di ilteam ricevono un giorno libero dopo la nascita del proprio figlio. I nostri collaboratori interni ricevono tre giorni liberi a titolo di cortesia dopo la nascita del proprio figlio da ilteam.

 

Modifica della legge sulle indennità di perdita di guadagno

Gli aventi diritto al voto svizzeri voteranno per la modifica della legge sulle indennità di perdita di guadagno il 27 settembre 2020. La Confederazione ha proposto un congedo di paternità di due settimane in risposta alla richiesta di quattro settimane proposta dall’iniziativa popolare. È quindi possibile che tu, in quanto padre, in futuro potrai avvalerti di un congedo di paternità più lungo.

Il congedo di paternità può essere reclamato entro sei mesi dalla nascita del figlio in modo da poter supportare la madre. Il congedo di paternità, come quello di maternità, è retribuito con l’ottanta per cento del reddito da attività lucrativa. Per poter ricevere l’indennità, il padre deve aver lavorato per almeno cinque mesi nei nove mesi prima della nascita.

Fonte: https://www.bsv.admin.ch/bsv/de/home/sozialversicherungen/eo-msv/reformen-und-revisionen/eo-vaterschaftsurlaub.html stato attuale: 01.09.2020

 

Intervista con i nostri collaboratori, da poco neogenitori

Fabian Di Petrillo, vicedirettore di filiale e consulente risorse umane Filiale di Basilea

(Membro di ilteam da maggio 2012)

Com’è stato per te diventare padre?

Fabian:    Bello, una novità... indescrivibile. Non si può quasi descrivere cosa si prova. Ero nervoso. Non sapevo cosa mi aspettasse e avevo anche un po’ di paura. Naturalmente ero anche incredibilmente felice. Provavo gioia e paura allo stesso tempo.

Come ti ha supportato ilteam in questo momento?

Fabian:    Potevo recarmi in qualsiasi momento ad appuntamenti medici, anche con un preavviso breve. Il bambino è nato prima del previsto e anche in questo caso ho potuto prendere subito le ferie.

È andata bene, nonostante gli orari di apertura della filiale?

Fabian:    Come ho già detto, potevo recarmi ad appuntamenti medici anche durante l’orario di lavoro, non era un problema. Non ho neanche dovuto recuperare le ore mancanti. Da questo punto di vista ilteam mi ha fornito tutto il supporto di cui avevo bisogno.

Quando hai informato a riguardo il tuo datore di lavoro?

Fabian:    Abbiamo aspettato come di consueto tre mesi e poi abbiamo dato a tutti la lieta notizia.

Quanto è durato il congedo di paternità?

Fabian:    Penso una settimana. ilteam mi ha concesso tre giorni e i restanti tre li ho presi liberi. Il bambino è nato prima del previsto, per cui avevo già pianificato degli impegni. Sono riuscito a rispettarli e anche a ricevere un giorno di ferie in più. È una questione di dare e ricevere.

Come sei riuscito a conciliare lavoro e famiglia?

Fabian:    Al momento mia moglie è a casa, anche se solo fino alla fine di questo mese. Non so dirti come andranno le cose più avanti. Si vedrà quando lei riprenderà a lavorare a tempo pieno. Le nonne ci aiutano molto. Fanno a turno: un giorno il bambino è con una nonna e quello seguente dall’altra. Senza questo supporto dovremmo mandare nostro figlio all’asilo nido, oppure mia moglie dovrebbe smettere di lavorare.

Prenderesti in considerazione l’idea di diventare casalingo?

Fabian:    Purtroppo, a causa della differenza tra i nostri stipendi, non è possibile. Abbiamo da poco comprato casa, per cui dobbiamo ripagare dei debiti. Se invece i nostri stipendi fossero invertiti, certo, rimarrei volentieri a casa.

 

Tamara von Felten, assistente al personale Olten (membro di ilteam da gennaio 2018

Com’è stato per te diventare madre?

Tamara:   In un primo momento è stato abbastanza uno shock perché non era previsto - come molte altre cose nella vita - ma poi mio figlio è stato la cosa più bella che mi poteva capitare.

Come ti ha supportato ilteam in questo momento?

Tamara: ilteam è stato comprensivo, premuroso e riguardoso. Mi ha supportato molto in ogni situazione.

Quando hai informato a riguardo il tuo datore di lavoro?

Tamara: Non appena l’ho saputo, perché l’ho scoperto tardi io stessa.

Quanto è durato il tuo congedo di maternità?

Tamara: Ho ricevuto le tradizionali 14 settimane di congedo di maternità.

Come sei riuscita a conciliare lavoro e famiglia?

Tamara: È andata abbastanza bene, perché ho un’ottima madre diurna per mio figlio. ilteam mi è sempre venuto incontro quando ce n’è stato bisogno.

 

Ringraziamo di cuore Tamare e Fabian per averci dedicato il loro tempo. Come puoi vedere, con ilteam sei supportato in ogni aspetto - nella tua vita quotidiana così come in momenti particolari. Vorresti diventare anche tu parte del nostro team? Forse puoi trovare qualcosa che fa al caso tuo tra le nostre posizioni interne.

 

Le nostre filiali